Google Maps Business View della Pasticceria Cherì – Pasticciotto Obama di Campi Salentina

di Flavio Massari Fotografo Lecce
Come nasce il pasticciotto “Obama” è storia bizzarra. E’ una mattina di metà ottobre, in piena campagna elettorale americana. Maestro Angelo cucina la crema, Andrea fa lievitare l’impasto mentre alla velocità della luce Federica riempie i bignè.

La monotonia della routine quotidiana si fa sentire. Bisogna inventare qualcosa di nuovo, di invitante che incuriosisca e piaccia al cliente.
“Proviamo a fare un dolce nuovo!” esclama Angelo. “Chèri” diventa un laboratorio dove provare continui esperimenti.

Si parte con l’aggiunta di cacao nella pastafrolla, ma l’esito è negativo. Si aggiungono zuccheri e uova con risultato non soddisfacente. La nuova idea sembra dunque lontana quando Bisconti decide di cambiare impostazione. “Togliamo una percentuale di grassi e di zuccheri e aggiungiamo il cacao”. Infatti, ne esce fuori un impasto elastico ed omogeneo confortato da un’ottima prova cottura.

Compiuto il primo passo, manca l’ultimo e decisivo sforzo: affiancare alla nuova materia un ripieno che ne esalti le qualità. Andrea e Federica suggeriscono una crema nuova, basata su zucchero, uova, farina e cacao pastorizzando il tutto. Esito: non soddisfacente. Ma l’idea è buona; ci pensa Angelo a regolare la quantità dei vari ingredienti della crema, a dare forma tonda al nascituro e cuocerlo alla temperatura ottimale, per un dolce eccellente.

Ma non è finita qui. Bisogna dare un nome al nuovo arrivato in casa “Chèri”! E’ la mattina del 5 novembre 2008 quando Barack Obama ha vinto le presidenziali americane ed è stato eletto il primo presidente di colore della storia degli USA. La radio riecheggia anche nel laboratorio del maestro Bisconti che, proprio mentre cuoce il dolcetto, ha l’idea geniale di abbinare il nome del nuovo pasticciotto color cacao a quello di Obama, rendendo omaggio al nuovo presidente. Nasce il “Pasticciotto Obama

Pasticceria Cherì – Pasticciotto Obama

Click to navigate the virtual tour

Aggiornamento del 27 marzo 2014


Ricevere Obama con 5000 pasticciotti al cioccolato: questa l’idea del pasticcere di Campi Salentina Angelo Bisconti.

Un dolce omaggio al presidente Barak Obama. Con 5000 pasticciotti prodotti a Campi Salentina, il pasticcere Angelo Bisconti – inventore del già celebre pasticciotto “Obama – riceverà la visita del presidente americano in Italia il 27 marzo prossimo.

Il pasticcere Angelo Bisconti stazionerà con un furgone in via Toscana, nei pressi dell’Ambasciata americana, distribuendo gratuitamente a partire dalle ore 7 del mattino i pasticciotti, a cui è stato dato il nome di Obama in omaggio al primo presidente di colore degli Stati Uniti di cui Bisconti è un fan appassionato. «Si tratta di un benvenuto simbolico al presidente, dal momento che so che sarà difficile che si realizzi il mio sogno di incontrarlo di persona – afferma il maestro pasticcere salentino – ma io sarò comunque lì. Lo devo nei confronti di una persona che mi ha cambiato la vita e a cui devo la mia fortuna professionale».

Il Comune di Campi ha chiesto all’Ambasciata americana che la delegazione in visita a Roma il 27 marzo possa assaggiare i pasticciotti prodotti nel Salento. La fama del pasticciotto Obama ha infatti varcato i confini nazionali arrivando fino in America; la produzione, che nel gennaio del 2009 era di appena 50 pezzi al giorno, ora supera i 15mila pezzi ogni settimana.

“Il vassoio per il presidente l’ho messo da parte” ha raccontato alle telecamere di Repubblica.it.

facebook-pasticciotto-obama

Sito web Pasticceria Cheri

Giardino Botanico La Cutura – Giuggianello